Informaciˇn Varia / Miscellanea


Los Italianos en ArbŰria

En esta secciˇn hay actas sobre italianos mencionados en registros parroquiales y civiles de pueblos Ýtalo albaneses.
This page contains entries about Italians mentioned in parish and civil registers of ArbŰresh towns.
Se permite copiar esta informaciˇn solamente para investigaciˇn genealˇgica personal.
This information may be copied only for personal genealogical research.

Contenido / Contents

Lungro, Cattedrale San Nicola di Mira
Matrimonios con italianos/Marriages with Italians
1698-1729

Lungro, Cattedrale San Nicola di Mira
Difuntos Italianos (informaciˇn bßsica)
Deceased Italians (basic information),
1698-1729

Lungro, Cattedrale San Nicola di Mira
Matrimonios con Italianos/Marriages with Italians
1772-1809

Uffici di Stato Civile italiani
Sumarios de actas de matrimonios registrados en San Giorgio Albanese/
Abstracts of marriage certificates registered in San Giorgio Albanese
1809-1852

Uffici di Stato Civile italiani
Sumarios de actas de defunciˇn de italianos registrados en diversas comunidades albanesas/
Abstracts of death certificates of Italians registered in diverse ArbŰresh communities
1875-1910

Escribime/Feedback

Lungro, Cattedrale San Nicola di Mira
Matrimonios de italianos con albaneses/Marriages of Italians with ArbŰresh
1698-1729

"Joanne SARACENO [Giovanni SARACENA] di Morano [Calabro] ha contratto matrimonio in faciem Ecclesia con Antonia MORELLO di Lungro li 15 9bre 1708. Testimonij Pietro MARCO, et Cl[eri]co Angelo CORTESE, onde in fede - Belluscio Arcip[re]te"
(Lungro, Cattedrale S. Nicola di Mira, Matrimoni, anno 1708, p. 25)
[Morano Calabro, Saracena, Lungro, Cortese, Di Marco, Marco, Morello, Morelli, 1708]

"Franciscus MAURO Civitatis Cosenziæ ex mandato Episcopalis Curiæ contraxit matrimonium cum Cinthia BAVASSO die 10 Januarij 1717. Testes Blasius MATANÒ, et Cl[eri]co Vincentius STRATICÒ. Unde in fidem - Constantinus Belluscio Archip[resbite]r"
(Lungro, Cattedrale S. Nicola di Mira, Matrimoni, anno 1717, p. 39 verso)
[Cosenza, Mauro, Lungro, Bavasso, Matan˛, Mattan˛, Stratic˛, 1717]

"Petrus Paulus FILIZZOLI Neapolitanus ex mandato Episcopalis Curiæ contraxit matrimonium per verba de præsenti cum Lucia MAGNACAVALLO Terræ Lungri 22 Mensis Maij 1719. Præsentibus pro testibus Petro DE MARCO, et Dominico IRIANNI. In fidem - Constantinus Belluscio Archip[resbite]r"
(Lungro, Cattedrale S. Nicola di Mira, Matrimoni, anno 1719, p. 44 verso)
[Napoli, Filizzola, Filizzoli, Lungro, De Marco, Irianni, Magnacavallo, 1719]

"Petrus IRIANNI præmissis tribj denuntiationibus in forma, et nullo allato impedim[en]to contraxit matrimonium p[er] verba de præsenti coram R[æveren]do Archipresbiter Terræ Altimontis ex mea licentia et comissione cum Rosa ALFANO die 13 Januarij 1721. Præsentibus pro testibus Notario Dominico DE JORIO, Christofalo AMENDOLA, et alijs. In fidem - Constantinus Belluscio Archip[resbite]r"
(Lungro, Cattedrale S. Nicola di Mira, Matrimoni, anno 1721, p. 46 recto)
[Altomonte, Alfano, Lungro, Amendola, De Iorio, Irianni, 1721]
(Nota: Este matrimonio se celebrˇ en Altomonte/This marriage took place in Altomonte)

"Seraphinus ROSCIGNOLO ex Terra S[ancti] Donati Diæcesis Sancti Marci [Argentani] cum Mandato Ep[iscopa]lis Curiæ contraxit matrimonium p[er] verba de præsenti cum Ursula BAVASSO loci Lungri die 3.a Mensis Martij 1722. Præsentibus pro testibus Blasio MATINÒ, et Petro LECCADITO. In fidem - Constantinus Belluscio Archip[resbite]r"
(Lungro, Cattedrale S. Nicola di Mira, Matrimoni, anno 1722, p. 46 recto)
[San Donato di Ninea, Roscignolo, Rosignolo, Lungro, Bavasso, Leccadito, Matin˛, Matan˛, Mattano, 1722]

"Liborius GRISOLIA Civitatis Cassani ex mandato E[piscopa]lis Curiæ contraxit Matrimoniu[m] Felicia DE AUGUSTINO die 10 Mensis 9bris 1723. Præsentibus pro testibus Francisco MAGNELLI, et Augustinus RAGONA. In fidem - Constantinus Belluscio Archip[resbite]r"
(Lungro, Cattedrale S. Nicola di Mira, Matrimoni, anno 1719, p. 44 recto)
[Cassano allo Jonio, Grisolia, Lungro, D'Agostino, De Marco, Ragona, 1723]

"Joannes Baptista MAZZEI Casalis Rogliani Cosentinæ Diæcesis ex mandato Capitularis Curiæ contraxit matrimoniu[m] p[er] verba de præsenti cum Rosa CUCCIO die 25 Mensis Xbris 1725. Præsentibus pro testibus Januarius GUARACCI Civitatis Cosentiæ, et Alphonso DE LUCA Casalis Pedaci et alijs. In fidem - Constantinus Belluscio Archip[resbite]r"
(Lungro, Cattedrale S. Nicola di Mira, Matrimoni, anno 1725, p. 61 recto)
[Rogliano, Mazzei, Lungro, Cuccio, Cosenza, Guaracci, Pedace, De Luca, 1725]

"Thomas MAZZEO Casalis Rogliani Cosentinæ Diæcesis ex mandato Capitularis Curiæ contraxit Matrimonium per verba de præsenti cum Lucrezia CUCCIO die 30 Mensis Junij 1726. Præsentibus pro testibus Antonio MARABELLO, et Marco Antonio VACCARO. In fidem - Constantinus Belluscio Archip[resbite]r"
(Lungro, Cattedrale S. Nicola di Mira, Matrimoni, anno 1726, p. 61 verso)
[Rogliano, Mazzeo, Lungro, Cuccio, Marabello, Mirabelli, Vaccaro, 1726]

"Michael LECCADITO contraxit matrimonium p[er] verba de præsenti cum Dominica ALFANO in Terræ Altimontis die 15a Mensis Augusti 1726 - Constantinus Belluscio Archip[resbite]r"
(Lungro, Cattedrale S. Nicola di Mira, Matrimoni, anno 1726, p. 62 verso)
[Altomonte, Alfano, Lungro, Leccadito, 1726]
(Nota: El matrimonio se celebrˇ en Altomonte./The marriage was celebrated in Altomonte.)

"Carolus D'ALOIA Castrovillarum mandato Capitularis Curiæ contraxit matrimonium per verba de præsenti cum Theresiæ CUCCIO die 14 Mensis 9bris 1726 Præsentibus pro testibus Not[ari]o Marco Antonio PRIOLI et R[æverend]do D. Vincentio STRATICÒ In fidem - Constantinus Belluscio Archip[resbite]r"
(Lungro, Cattedrale S. Nicola di Mira, Matrimoni, anno 1726, p. 63 recto)
[Castrovillari, D'Aloia, Lungro, Cuccio, Prioli, Stratic˛, 1726]

Matrimonios con personas de pueblos italianos/Marriages with individuals from Italian towns: 10 (2 ½ per cento)
Total matrimonios 1698-1729: 395

Lungro, Cattedrale San Nicola di Mira
Difuntos italianos (No todos tenÝan residencia permanente en Lungro)
Deaths of Italians (Not all of them were permanent residents of Lungro)
1698-1729

"Francesco NOVELLO Eremita da Sinopoli, vecchio Casale di Sinopoli, Ŕ passato ß questa ß miglior vita li 28 9bre 1699 mentre faceva il viaggio per l'anno Santo, et Ŕ stato sepellito in questa Chiesa Parocchiale di Lungro nella sepoltura della Capella del Purgatorio. Onde in fede - Costantino Belluscio Arcip[re]te"
(Lungro, Cattedrale S. Nicola di Mira, Morti, anno 1699, p. 4)

"Isabella L'ACQUILA, moglie di M[astro] Fra[nces]co MOLEO/SCHOLEO/ALEO (?) da rivello, Ŕ passata da questa Ó miglior vita li 3 Agosto 1704 et Ŕ stata sepellita in questa Chiesa Matrice. Onde in fede - Belluscio Arcip[re]te"
(Lungro, Cattedrale S. Nicola di Mira, Morti, anno 1704, p. 12)

"Dom[eni]co D'ALESSANDRO, disse di Moliterno, Ŕ passato da questa Ó miglior vita li 7 Agosto 1707 et Ŕ stato sepellito nella Chiesa del Venerabile Convento della Madona del Carmine di quella terra. Onde in fede - Const[antin]o Belluscio Arcip[re]te"
(Lungro, Cattedrale S. Nicola di Mira, Morti, anno 1707, p. 17)

"Ascanio TEDESCO di Laino, Ŕ passato da questa Ó miglior vita li 30 Marzo 1710 et Ŕ stato sepellito in questa Chiesa Matrice. Onde in fede - Belluscio Arcip[re]te"
(Lungro, Cattedrale S. Nicola di Mira, Morti, anno 1710, p. 25)

"Egidio PALOMBO Romano come costa dalle lettere testimoniali del Ill[ustrissi]mo R[everen]d[issi]mo Sig[no]r D[omino] Gioanne Parritij Arci[diacono?] di Seleucia Nunzio in Napoli, e da altre lettere testimoniali, Ŕ passato da questa Ó miglior vita li 17 8bre 1711 et Ŕ stato sepellito nella Chiesa di S. Leonardo di questa Terra. Onde in fede - Belluscio Arcip[re]te"
(Lungro, Cattedrale S. Nicola di Mira, Morti, anno 1711, p. 31)

"Antonio SGROI di Belvedere malo pezzo come dissero Ŕ passato da questa Ó miglior vita con tutti i Sagram[en]ti et Ŕ stato sepellito nel Venerabile Convento del Carmine. Onde in fede - Belluscio Arcip[re]te"
(Lungro, Cattedrale S. Nicola di Mira, Morti, anno 1713, p. 37)

"Dom[eni]co ALOISE disse di Pappasidero, Ŕ passato da questa Ó miglior vita li 14 7bre 1713 con tutti i Sagramenti et Ŕ stato sepellito nel Venerabile Convento del Carmine. Onde in fede - Belluscio Arcip[re]te"
(Lungro, Cattedrale S. Nicola di Mira, Morti, anno 1713, p. 37)

"Joseph CAVA Casalis Pedaci Civitatis Cosenzæ, migravit ex hac vita cum omnibj Sacramentis die 14 Julij 1718, et fuit sepultus in hac Parochiali Ecclesia, et in fidem - Constantinus Belluscio Arcip[resbiter]"
(Lungro, Cattedrale S. Nicola di Mira, Morti, anno 1718, p. 57 verso)

(Estratto) Cintia BAVASSO moglie di Francesco MAURO della cittÓ di Cosenza, 1.a settembre 1718.
(Lungro, Cattedrale S. Nicola di Mira, Morti, anno 1718, p. 58 recto)

"Bernardinus FLORENTINUS Terræ Cavis Lacutocci/Canis Cacutocci (?) Provinciæ Abrutiensis [Abruzzo], inventus est mortuus in Palatio Badiali hujus Terræ Lungri [Ŕ stato trovato morto nel Palazzo dell'Abbazia/found dead in the 'Palazzo' of the Abbey] die 29 9bris 1719, et fuit sepultus in hac Ecclesia Parochiali. Nomen, cognomen et Patria ex pagella adenipli meati (?) præcepti Paschalis in Ecclesia Matrice Terræ Militensi Ó R[ævere]ndo D[ominus] Angelo Peturelli (?) eiusdem Terræ precipua feria quinta in Cæna Domini anno 1719 - Angelus Petucelli (?) Æconomus &" - Constantinus Belluscio Arcip[resbiter]
(Lungro, Cattedrale S. Nicola di Mira, Morti, anno 1718, p. 57 verso)

"Joseph DONATO Casalis Corigliani, migravit ex hac vita ob mortem repentinam sine Sacramentis die 21 8bris 1720, et fuit sepultus in hac Parochiali Ecclesia, et in fidem - Constantinus Belluscio Arcip[resbiter]"
(Lungro, Cattedrale S. Nicola di Mira, Morti, anno 1720, p. 61 verso)

"Matthæus MELE Civitatis Rossani ut dixit, migravit ex hac vita cum omnibus Sacramentis die 29 9bris 1720, et fuit sepultus in hac Parochiali Ecclesia, et in fidem - Constantinus Belluscio Arcip[resbiter]"
(Lungro, Cattedrale S. Nicola di Mira, Morti, anno 1720, p. 61 verso)

"Joannes Jacobus MAGNELLO Civitatis Castrivillarum, ut dixit, migravit ex hac vita cum omnibus Sacramentis die 31 mensis Martij 1722, et fuit sepultus in hac Parochiali Ecclesia, et in fidem - Constantinus Belluscio Arcip[resbiter]"
(Lungro, Cattedrale S. Nicola di Mira, Morti, anno 1720, p. 62 verso)

"Petrus FILIZZOLI, sponsus Luciæ MAGNACAVALLO, migravit ex hac vita cum omnibus Sacramentis, et fuit sepultus in hac Parochiali Ecclesia die 13 mensis 9bris 1725, et in fidem - Constantinus Belluscio Arcip[resbiter]"
(Lungro, Cattedrale S. Nicola di Mira, Morti, anno 1725, p. 67 recto)

Difuntos registrados de origen italiano/Deaths of registered Italian origin: 13 + 1 casado con Italiano
Total difuntos 1698-1729: aprox. 750 (mayormente adultos/mostly adults)

Lungro, Cattedrale San Nicola di Mira
Matrimonios con italianos de otros pueblos/Marriages with Italians from other towns
1772-1809
Informaciˇn bßsica/Basic information

Prefacio Preface

Formato de la informaciˇn: Esposo de (pueblo/ciudad), hijo de Padres, contrajo matrimonio, de Rito Griego, con Esposa, hija de Padres, primeras nupcias o viudo/viuda, fecha. Testigos, Sacerdote. Toda persona de fuera de Lungro aparece acentuada. Di Rito Greco, no importa donde estÚ escrito en los actos originales, significa la religiˇn profesada por los contrayentes y la ceremonia usada para celebrarlo. Si la frase di Rito Greco aparece sin mßs comentario, significa que ambos contrayentes son de ese rito. Los actos aclaran consistentemente cußndo uno de los contrayente es de Rito Griego, usualmente cuando provienen de un pueblo "italiano". A.B.

Esta secciˇn merece un comentario. Al leer el total de las actas de matrimonio para el perÝodo 1772-1804, un hecho salta a la vista: La constante repeticiˇn, en la mayorÝa de los casos, de la frase, "de Rito Griego". Es evidente que las autoridades de la Iglesia en Lungro usaron las pßginas de los registros parroquiales para documentar su arraigo a la fe de los antepasados. Los matrimonios celebrados en Rito Latino son cuidadosamente registrados, pero son relativamente poquÝsimos. Solamente despuÚs de 1804 se lee en alguno que otro, que el matrimonio fue celebrado con el procedimiento del "Sagrado Consilio de Trento". Pero fue tambiÚn alrededor de ese a˝o que la frase "de Rito Griego" desapareciˇ de casi todas las actas. Se entrevÚ una gradual aceptaciˇn de la situaciˇn, en la que la Iglesia de Lungro y de los otros pueblos albaneses, debe declarar su sumisiˇn al Vaticano para sobrevivir, quizßs percibiendo mßs tolerancia para su modo de adorar por parte de Roma. A.B.

A las actas


Format of the information: Husband from (village/city), son of Parents, was married, in the Greek Rite, to Wife from (village/city), daughter of Parents, first marriage or widow/widower, date. Witnesses, Priest. Anyone listed from out of Lungro appears in bold type. Di Rito Greco, no matter where it is located in the original entries, appears to indicate the religion to which the spouses belongs and the type of ceremony used. If the phrase di Rito Greco appears without further clarification, it means that both spouses belong to that faith. The entries consistently clarify when only one of the spouses is of the Greek Rite, usually when they come from an "Italian" town.

This section deserves a comment. Upon reading all of the marriage entries for the 1772-1804 period, a fact becomes evident: The constant repetition, in the mayority of the entries, of the phrase, "of/in the Greek Rite". It is evident that the Church authorities in Lungro used the pages of the parish registers to document their desire to hold fast to the faith of their ancestors. The marriages that were celebrated in the Latin Rite were also carefully registered, but they were relatively very few. Only after 1804 the phrase "according to the Sacred Tridentine Council" appears sparingly on the records. But it was also around that year that the phrase "in/of the Greek Rite" disappeared from almost all the entries. Reading between the lines, it is possible that the Church in Lungro and in other ArbŰresh villages was beginning to accept the fact that they must declare their submission to the Vatican to survive. At the same time, perhaps they were also perceiving more tolerance for their way of worship on the part of Rome. A.B.

(p. 3) Bernardino Longo della Saracena contrasse matrimonio con Anna GRAMISCI, figlia di Francesco, e Caternina FREGA coniugi di Lungro, prime nozze, li 31 gennaio 1773. Testimoni: Francesco DI MARCO, e Nicola BUONO. Economo Curato Domenico DAMIS di Lungro.

(p. 17) Emanuele FAILLACE di Laino, contrasse matrimonio con Caterina ALFANO, figlia dei deceduti Domenico ed Elisabetta SOLANO coniugi di Lungro, prime nozze, li 19 febbraio 1775. Testimoni: Magnifico Vincenzo QUARTAROLO, Nicola QUARTAROLO, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS di Lungro.

(p. 24) Giuseppe BORRELLO di Sant'Agata [Sant'Agata di Esaro], contrasse matrimonio con la Lucrezia LECCADITO, figlia di Domenico LECCADITO, e di Maria D'ACQUILA coniugi di Lungro, prime nozze per entrambi, di Rito Greco, li 27 aprile 1777. Testimoni: Simone FREGA, Nicola MATTANÒ, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 26) Francesco ARAGONA, figlio di Muzio, e di Caterina D'AGOSTINO, coniugi, contrasse matrimonio con Agata GUARAGNA di Morano, figlia di Antonio e di Vittoria CIARLO coniugi, prime nozze per entrambi, di Rito Greco per parte dello sposo soltanto, li 2 novembre 1777. Testimoni: Il Magnifico Costantino TAMBURI, il Magnifico Pietro BELLIZZI, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 37) Il vedovo Vincenzo BENCARDINO della CittÓ di Belvedere Diocesi di San Marco [Argentano] contrasse matrimonio con Elena LOTITO, figlia di Agostino e della deceduta Serafina VACCARO di Lungro, li 10 giugno 1781. Testimoni: Nicola CUCCI, Giovanni DI MARCO, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 38) Gennaro RENDE della Terra di Mottafollone, Diocesi di San Marco [Argentano], figlio di Pietro, e di Anna Maria SBARRA, coniugi, contrasse matrimonio con Teresa SECRETO, figlia del deceduto Domenico e di Lucrezia SANTOIANNI coniugi, prime nozze per entrambi, di Rito Greco, li 2 settembre 1781. Testimoni: Domenico SECRETO, e Domenico GRAMISCI, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 45) Domenico BLOTTA di Morano, figlio di Andrea e di Giovanna BLOISE, contrasse matrimonio con Francesca STRATICÒ, figlia del deceduto Domenico, e di Caterina TRIPOLI giÓ coniugi di Lungro, prime nozze per entrambi, di Rito Greco da parte della sposa, li 22 giugno 1783. Testimoni: D. Antonio DAMIS, D. Domenico BLUMETTI, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 56) Leo TOLISANO della Saracena, di Rito Latino, contrasse matrimonio con la vedova Lucrezia VACCARO di Lungro, di Rito Greco, figlia del deceduto Lorenzo, e di Rosa SOLANO, coniugi, li 26 febbraio 1786. Testimoni: Domenico LECCADITO, Vincenzo SOLANO GIAMBONE, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 58) Il vedovo Domenico LA ROTONDA, figlio dei deceduti Lorenzo, e Giuditta BIANCHIMANO, coniugi della Saracena, contrasse matrimonio con la vedova Marta FREGA, figlia di Lorenzo, e di Antonia FREGA coniugi di Lungro, di Rito Greco, li 19 marzo 1787. Testimoni: V.I. Dottore D. Giovanni Andrea DAMIS, D. Beniamino SAMENGO, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 71) Il Magnifico vedovo Domenico BLOTTA di Morano, abitante da molti anni in Lungro, figlio dei deceduti Andrea, e Giovanna BLOISE, coniugi, contrasse matrimonio con Maria DE BENEDETTO, figlia di Domenico, e di Marta STRATICÒ coniugi, li 29 agosto 1790. Gli sposi hanno ottenuto la dispensa per primo e secondo gradi di affinitÓ. Testimoni: Il Magnifico Alberto BELLUSCIO, Basilio VICCHIO, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 76) Il Magnifico D. Pasquale CASELLI di Diamante, Diocesi di San Marco [Argentano], figlio di D. Arcangelo, e D. Susanna DE FERRANTE, coniugi, contrasse matrimonio con la Magnifica D. Teresa SAMENGO di Lungro, figlia del deceduto D. Giuseppe, e D. Anna CORTESE, Magnifici D. Angelo, e D. Vittoria DE MARCHIS coniugi, di Rito Greco, prime nozze, li 5 giugno 1791. Donano il consenso il Reverendo D. Angelo PREITE, ed il Magnifico D. Pasquale DE MARCHIS, tuttori della sposa. Testimoni: Il Magnifico V.I. Dottore D. Giovanni Andrea DAMIS, Il Dottore Fisico D. Nicola DE MARCO, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 79) D. Bruno MAYDA [MAIDA] di Cosenza, di Rito Latino, contrasse matrimonio con la Magnifica Anna MANNES di Lungro, figlia di Stefano, e di Lucia SOLANO coniugi, di Rito Greco, prime nozze, li 10 febbraio 1793. Testimoni: Il Magnifico V.I. Dottore D. Carmine DE BENEDICTIS, il Dottore Fisico D. Nicola DE MARCO, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 87) Alessandro MAIOLINO di Santa Domenica [Santa Domenica Talao], figlio dei deceduti Sartorio, e Anna LIBERTO, di Rito Latino, contrasse matrimonio con Rosa BUONO di Lungro, figlia del deceduto Domenico e di Caterina DI MARTINO coniugi, di Rito Greco, prime nozze, li 10 maggio 1795. Testimoni: Pietro Antonio QUARTAROLO, Andrea DI MARTINO, alias GiulbÓθθa, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 89) Francesco LAITANO di Morano, di Rito Latino, contrasse matrimonio con Maria SANTOIANNI di Lungro, figlia del deceduto Giovanni, e di Caterina LECCADITO, coniugi di Rito Greco, prime nozze, li 8 novembre 1795. Testimoni: Domenico SANTOIANNI, Saverio CONTE, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 94) Domenico DI TODARO di Lungro, figlio di Nunziato, e di Lucrezia FERRARO coniugi, contrasse matrimonio con Giuditta LA ROTONDA, figlia di Domenico e della deceduta Grazia MONTESANO della Saracena coniugi, la sposa di Rito Latino, li 13 novembre 1796. Testimoni: I fratelli Pietro, e Francesco QUARTAROLO, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 97) Leonardo VACCARO di Trebisacce, al presente abitante in Lungro, figlio dei deceduti Nicola, e Lucrezia MIZISI [MINISI?] coniugi, contrasse matrimonio con Marta IRIANNI, figlia di Francesco, e di Vittoria DI BENEDETTO coniugi di Lungro, li 24 settembre 1797. Testimoni: NIcola MAZZEI, Francesco VACCARO BUCHILLO, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 100) Giovanni PALADINO di Morano, figlio del deceduto Carmine, e di Francesca ROSETO coniugi, contrasse matrimonio con Margherita DI MARTINO di Lungro, figlia del deceduto Domenico, e Vittoria DAMIS coniugi, prime nozze, li 4 maggio 1798. Testimoni: Salvatore CAPPARELLI, Nicola RAGONA, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 100) Giovanni SCARVAGLIONE di Morano contrasse matrimonio con Margherita FREGA di Lungro, figlia del deceduto Giovanni, e Domenica VACCARO coniugi, prime nozze, li 4 maggio 1798. Testimoni: Giuseppe SCARVAGLIONE, Pietro QUARTAROLO, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 101) Giuseppe SCARVAGLIONE di Morano, figlio di Leonardo, e di Maddalena BRUNO coniugi, contrasse matrimonio con Serafina ALFANO di Lungro, figlia [dei deceduti] Gennaro e Domenica FREGA coniugi, prime nozze, li 15 luglio 1798. Testimoni: Francesco RIO, Giovanni SCARVAGLIONE, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 104) D. Francesco Saverio MORELLI di Castrovillari, abitante in Firmo, figlio di D. Francesco Maria MORELLI, e di D. Maddalena SCARVAGLIONE coniugi, contrasse matrimonio con la Magnifica Marta VACCARO di Lungro, prime nozze, li 14 maggio 1799. Testimoni: D. Protasio STRATICÒ, Ferdinando CORRADO di Firmo, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 107) Antonio BARLETTA di Morano, figlio di Pasquale, e di Angela ROSETI coniugi, contrasse matrimonio con Anna BAVASSO di Lungro, figlia di Domenico, e di Lucrezia LOTITO coniugi, prime nozze, li 24 novembre 1799. Testimoni: Pietro DE MARCO LINFANTE, Francesco STRATICÒ PEPPARELLO, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 113) Gaetano DI GIORNO di Verbicaro contrasse matrimonio con Marianna TRIPOLI di Lungro, figlia illegittima di Marta TRIPOLI, prime nozze, il 8 febbraio 1801. Testimoni: Costantino BAVASSO, Giovanni SOLANO, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 114) D. Francesco GIGLIO di Fagnano [Fagnano Castello], figlio di D. Vincenzo, e di D. Maddalena SAMENGO, coniugi, contrasse matrimonio con D. Maria SAMENGO di Lungro, figlia dei deceduti D. Giuseppe, e D. Anna CORTESE, prime nozze, il 12 settembre 1801. Dispensati per essere consanguinei nel secondo grado. Testimoni: D. Luigi SAMENGO, D. Gennaro GENEO di Fagnano, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 116) Prospero MARINI del Casale di Sanseverino [Sanseverino Lucano], Diocesi di Anglona, contrasse matrimonio con Giulia SANTOIANNI di Lungro, figlia del deceduto Nicola, e di Lucia DI MARCO, coniugi, prime nozze, li 10 gennaio 1802. Testimoni: Giovanni DI MARTINO, Andrea STRATICÒ, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 118) Il vedovo Giuseppe ROCCO di Castrovillari, abitante in Lungro da pi¨ anni, contrasse matrimonio con la vedova Rosa SPEDUTO di Vinciarelli, anche abitante in Lungro da pi¨ anni, li 5 agosto 1802. Testimoni: Francesco FREGA, vulgo CICCIPAPPO, Nicola CAGLIOLO, vulgo DI CUGLIA, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 118) Giuseppe TORRANO figlio di Natale, di Verbicaro, contrasse matrimonio con la vedova Giuditta LA ROTONDA di Lungro, li 22 agosto 1802. Testimoni: Dionisio VACCARO, Costantino CAPPARELLI, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 119) Vincenzo VACCARO, nato in Verbicaro, contrasse matrimonio con Rosa CONTE, figlia di Giovanni Battista e di Dorotea CUCCI, coniugi di Lungro, li 22 agosto 1802. Testimoni: Nicola VACCARO V¨θo, Leonardo VACCARO, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 119) Antonio MARINI del Casale di Sanseverino [Sanseverino Lucano], Diocesi di Anglona, al presente abitante in Lungro, contrasse matrimonio con Felicia LOTITO di Lungro, figlia di Saverio, e di Giulia BAVASSO, coniugi, prime nozze, li 10 ottobre 1802. Testimoni: Giovanni DI MARTINO, Francesco LOTITO, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 120) D. Deodato TRIFILLIO di Verbicaro, contrasse matrimonio con D. Maria STRATIGÒ, figlia del deceduto D. Angelo, e D. Elisabetta LOPEZ, coniugi di Lungro, li 24 ottobre 1802. Testimoni: il Dottore Fisico D. Nicola DE MARCO, D. Giovanni Vincenzo DI PACE di Porcile, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 120) D. Vincenzo LAVALLE di San Vincenzo [San Vincenzo la Costa], Diocesi di Cosenza, contrasse matrimonio con la Magnifica Rosa SANTOIANNI, vedova del deceduto D. Domenico CORTESE di Lungro, li 31 ottobre 1802. Testimoni: D. Nicola LOPRETE figlio del deceduto Giacomo, D. Beniamino SAMENGO, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 121) Giuseppe PAPA di Verbicaro, figlio di Andrea, e di Maddalena ARIETE [ARIETA], contrasse matrimonio con Anna ATTESSANO (?) di Lungro, il 1.o novembre 1802. Testimoni: Nicola VACCARO figlio del deceduto Angelo, Francesco FREGA BAGGIANO, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 124) Il Magnifico Pasquale RESCIA di Morano contrasse matrimonio con la Magnifica Giulia CUCCI di Lungro, figlia dei deceduti Costantino, e Maria DI MARCO, coniugi, li 28 agosto 1803. Testimoni: V.I.D. D. Carmine DE BENEDICTIS di Lungro, D. Pasquale DI NOIA di Morano, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 124) Giuseppe CONSOLE di Verbicaro contrasse matrimonio con Giulia BELLUSCI di Lungro, prime nozze, li 25 settembre 1803. Testimoni: Vincenzo CORTESE di Lungro, Domenico AMATO di Spezzano, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 133) Vincenzo MUZZALUPO di San Donato, Diocesi di San Marco, abitante in Altomonte, contrasse matrimonio con Rosa VACCARO di Lungro, figlia di Vincenzo, e di Caterina FERRARO, coniugi, li 11 maggio 1806. Testimoni: Francesco FERRARO, Nicola MANES figlio del deceduto Tommaso, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 133) D. Raffaele MAJONI [MAIONI] di Altomonte contrasse matrimonio con D. Maria DE MARCO di Lungro, figlia del Dottore Fisico D. Nicola, e di D. Teresa SAMENGO, coniugi, prime nozze, il 1.o giugno 1806. Testimoni: Gaetano SANZI di Cassano [Cassano allo Ionio], D. Francesco Saverio SAMENGO, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 136) Antonio FITTIPALDI del Casale di Sanseverino, Diocesi di Anglona, figlio di Nicola, e di Berardina RUBINO, coniugi, contrasse matrimonio con Lucrezia DI MARCO del Casale di Porcile, al presente domiciliata in Lungro, li 17 maggio 1807. Testimoni: Michele QUARTAROLO SCIUSCIA, Nicola SANTOIANNI, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 137) Stefano SANZIA della Saracena, figlio di Angelo, e di Vittoria VIOLA, coniugi, contrasse matrimonio con Serafina IRIANNI di Lungro, figlia dei deceduti Giovanni, e e Giacinta SOLANO, conjugi, prime nozze, li 7 giugnio 1807. Testimoni: Pietro SANTOIANNI BARONE, Giovanni STRATICÒ BADONE, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 138) Giovanni TARANTO di Verbicaro contrasse matrimonio con Rosa VICCHIO di Lungro, vedova del deceduto Giovanni ATTESANO di Lungro, li 31 gennaio 1808. Testimoni: Nicola RAGONA CAGGHIUGGHIO, Nicola SOLANO, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 138) Nicola PALERMO di Altomonte contrasse matrimonio con Maria DE MARCO di Lungro, figlia di Domenico, e di Elena PIRUZZO, coniugi, li 7 febbraio 1808. Testimoni: Domenico BELLIZZI alias BUSBISTO, Giovanni Battista GRAZIADIO, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 142) Francesco GUARAGNA di Morano [Calabro], abitante in Lungro, contrasse matrimonio con Irene MATTANÒ di Lungro, figlia di Giovanni Battista, e di Caterina DI MARCO, coniugi, prime nozze, li 2 ottobre 1808. Testimoni: Giovanni SOLANO, Angelo MATTANÒ SCISCIO, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 143) Luigi TUCCI del Casale "Rublani Martiorum [Roggiano?] nell'Arcidiocesi di Cosenza, contrasse matrimonio con Rosa DRAMISI di Lungro, figlia di Roberto, e della deceduta Irene IRIANNI, coniugi, prime nozze, li 27 gennaio 1809. Testimoni: Salvatore CAPPARELLI, Sebastiano TUCCI di Rublano, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 146) Gioacchino SCHIFINO di Morano [Calabro], come disse, contrasse matrimonio con Felicia FREGA di Lungro, figlia del deceduto Francesco, e Maria DI MARCO, coniugi, prime nozze, li 4 giugnio 1809. Testimoni: Pietro DI MARCO CIAFFANTE, Santo FREGA, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 143) Domenic'Antonio SERRAVALLE, della cittÓ di Mangone nell'Arcidiocesi di Cosenza, contrasse matrimonio con Maria IRIANNI di Lungro, figlia di Domenico, e della deceduta Marta CORTESE, coniugi, prime nozze, li 2 luglio 1809. Testimoni: Luigi TUCCI di "Rublani Martiorum, Saverio STRATICÒ alias BIZZOTTO, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

(p. 149) Francesco IANNUZZI di Policastrello, contrasse matrimonio con Rosa VICCHIO di Lungro, prime nozze, li 17 dicembre 1809. Testimoni: Domenico PUGLIESE figlio del deceduto Benedetto, Giovanni ALFANO, figlio del deceduto Francesco, ed altri. Arciprete Domenico DAMIS.

Matrimonios con personas de otros pueblos albaneses/Marriages with individuals of other ArbŰresh villages: 44 (5 por ciento)
Total matrimonios 1772-1809: 884
Para ver matrimonios con albaneses de otros pueblos, vaya a / To See marriages with ArbŰresh from other villages, go to Los ArbŰresh en Italia.

Uffici di Stato Civile Italiani
Sumarios de actas de matrimonio/expedientes matrimoniales de italianos con arbŰreshes
registradas en San Giorgio Albanese
Abstracts of marriage certificates/banns of Italians with ArbŰresh
registered in San Giorgio Albanese

1809-1856
Prefacio Preface

Informaciˇn bßsica/Basic information
Formato de la informaciˇn: Esposo de (pueblo/ciudad), hijo de padres de (pueblo/ciudad/difuntos), con Esposa de (pueblo/ciudad), hija de Padres de (pueblo/ciudad/difuntos). Raramente he agregado informaciˇn que encontrÚ en otros documentos relacionados. Todo contrayente de fuera de San Giorgio Albanese aparece acentuada.
Format of the information: Groom from (village/town), son of parents from (village/town/deceased), with Bride from (village/town), daughter of parents from (village/town/deceased). I have added information found in other related documents rarely. Every spouse who comes from outside San Giorgio Albanese is listed in bold type. A.B.

Comentario: La proporciˇn de casamientos con italianos es levemente mayor que los casamientos con otros albaneses. Aparece mßs acentuada porque algunos italianos se casan entre ellos en San Giorgio. El n˙mero total de casamientos no varÝa mucho de a˝o a a˝o, con pocas excepciones. Lo que llama la atenciˇn es la cantidad de padres muertos ya antes del casamiento de los hijos, sugiriendo una alta mortalidad. TodavÝa no sÚ si la constancia del n˙mero de matrimonios se debe a mortalidad o si simplemente los habitantes, por razˇn de casamiento, se iban a otros pueblos. Durante los primeros a˝os de los registros de defunciˇn la mortalidad infantil era muy alta. Quizßs se prolongˇ a los a˝os siguientes, que no he examinado.
Otro aspecto muy llamativo es el origen de los Italianos que se casan en San Giorgio. Casi la mitad de ellos proviene de Acri, una ciudad situada al suroeste de San Giorgio. El contacto de gente de esta ciudad con albaneses se verifica estudiando otros pueblos albaneses, algunos retirados, como Falconara Albanese y Civita. El resto de los italianos que se casa en San Giorgio es un grupo compuesto de personas que vinieron de muchos pueblitos al este de la ciudad de Cosenza, y otro grupo mßs peque˝o representado por pueblos situados al oeste de Cosenza, en las orillas del Mar Adrißtico, cerca de Falconara Albanese. A menudo las actas de matrimonio simplifican la trayectoria seguida por muchas de estas personas. La poblaciˇn total de esta zona presenta un cuadro de inestabilidad econˇmica que fuerza a algunas familias a mudarse fuera del ambiente conocido en busca de una mejor situaciˇn. Se dan padres que se mudan con toda la familia, hijos que se mudan solos, o padres y varones que se mudan a otros pueblos y dejan detrßs a las madres, quizßs con prole, precursoras de las "viudas blancas" de las grandes migraciones a las AmÚricas y hacia el norte de Europa. De hecho San Giorgio presenta un modelo en peque˝a escala, pero la direcciˇn migratoria es evidente. Quizßs el valle del Crati, con su proximidad al mar, daba lugar a mejores cosechas en ese entonces, con la ayuda de una industria pesquera. En San Giorgio tambiÚn habÝa muchos herreros, sugiriendo una industria de servicio al viandante que viajaba desde Cosenza/Acri hacia Rossano/Corigliano. Observando los registros de nacimiento brevemente, he visto hijos de parejas que no se casaron en San Giorgio, indicando que el lugar tenÝa un cierto atractivo. En los primeros casamientos civiles, algunos de los contrayentes (pocos) habÝan sido bautizados por un ecˇnomo de rito latino. Cuando empiezan las copias en mˇdulos del registro civil, el detalle se pierde. Estos comentarios no se refieren las usuales alianzas entre personas mßs pudientes o artesanos, quienes usualmente buscaban pareja fuera de la ciudad o pueblo en que vivÝan.
Comments: The ratio of marriages with Italians is slightly greater than the marriages with other ArbŰresh. It appears more pronounced because in some of the marriages recorded Italians are marrying other Italians in San Giorgio. The total number of yearly marriages does not change, with few exceptions. What gets one's attention is the number of parents deceased before their children's weddings, suggesting a high rate of mortality. I don't know yet whether the evenness of the number of marriages is due to mortality, or if the inhabitants simply got married and left for other towns. During the first few years of death records, the high rate of infant mortality is noticeable. Perhaps this is also true of the subsequent years, which I have not examined.
Another interesting aspect is the origen of the Italians who get married in San Giorgio. Almost half of them come from Acri, a town situated southwest of San Giorgio. Contact between individuals of this town with ArbŰresh can be seen studying other ArbŰresh villages, some rather distant, such as Falconara Albanese and Civita. The rest of the Italians that marry in San Giorgio is a group of people who came from many tiny villages located east of the city of Cosenza, and an even smaller group represented by towns located west of Cosenza, on the Adriatic Sea, near Falconara Albanese. Quite often the marriage certificates oversimplify the trajectory that many of these people followed. The total population of this area presents a picture of economic instability that forces some families to move away from the familiar environment in search of a better economic situation. There is evidence of parents that move with the whole family, children who move away alone, or fathers and sons who move elsewhere and leave behind mothers, perhaps with other children, precursors of the "white widows" left in Italy during the great migrations to the Americas and northward in Europe. It is true that San Giorgio shows such a model in a small scale, but the direction of migration is evident. Perhaps the valley of the Crati, with its proximity to the sea, allowed better crops at that time, and the fishing industry helped. In San Giorgio there were also many smiths, suggesting an industry of service to the traveler who went from Cosenza/Acri towards Rossano/Corigliano. Observing briefly the birth records, I have seen children of couples who weren't married in San Giorgio, indicating that the place was attractive in some way. In the first civil marriages, some of the spouses (few) had been baptized in the Latin Rite by an assistant priest. When the civil authorities issue the birth records, the detail is lost. These comments do not refer to individuals who were more affluent or artisans, and who followed the custom of marrying spouses from other towns. A.B.

2 Marzo 1810 - Angelo BASILE, 40, domiciliato in Acri, bottegaio, [figlio di Annunziato BASILE e della f¨ Vittoria ROCCO], con Antonina ELMO, 16, domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Nicola ELMO e di Elena DRAMIS.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1810, atto di matrimonio n. 1)
[Basile, Elmo, Dramis, Rocco, 1810]

18 Aprile 1813 - Bonvaventura Saverio Gregorio CATALANO, 22, [nato in Feruci] domiciliato in San Giorgio, bracciale, figlio di Filippo CATALANO e di Maria Rosa LEONETTI domiciliati in Corigliano, con Lucrezia CARICATI, 44, domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Pietro CARICATI e di Innocenza MARTIRE.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1813, atto di matrimonio n. 8)
[Caricati, Catalano, Leonetti, Martire, 1813]

27 Settembre 1818 - Lorenzo Francesco TURANO, 21, pastore, [nato in Acri] domiciliato in San Giorgio, figlio di Domenico TURANO domiciliato in San Giogio, e della f¨ Vittoria SORRENTINI, con Antonia SALIMBENI, 28, domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Antonio SALIMBENI e della f¨ Maria FRONTERA.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1818, atto di matrimonio n. 12)
[Frontera, Salimbeni, Sorrentini, Turano, 1818]

18 Maggio 1820 - Annunziato COSCHIGNANO, 51, bracciale, nato in Acri, domiciliato in San Giorgio, figlio del f¨ Gennaro COSCHIGNANO, e di Caterina CARNEVALE, domiciliata in Acri, con Flora SCURA, 39, domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Benedetto SCURA e della f¨ Barbara MINISCI.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1820, atto di matrimonio n. 3)
[Carnevale, Coschignano, Minisci, Scura, 1820]

7 Ottobre 1820 - Michele RANGO, 28, bracciale, nato in Marano, domiciliato in Vaccarizzo, figlio del f¨ Francesco RANGO e di Arcangela SERPE, con Caterina MINISCI, 20, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Giovanni MINISCI e di Adriana BAFFA.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1820, atto di matrimonio n. 8)
[Bellucci, Chiodo, Filla, Scura, 1820]

11 Agosto 1822 - Giuseppe FERRARI, 32, bovaro, nato in Acri, e domiciliato in Vaccarizzo, figlio del f¨ Vincenzo FERRARI, bracciale, domiciliato in Vaccarizzo, e della f¨ Marianna CAPPELLO, domiciliata in Vaccarizzo, con Lucrezia TURANO, 25, nata in Acri, domiciliata in San Giorgio, figlia di Domenico TURANO, domiciliato in San Giorgio, e della f¨ Vittoria SORRENTINI, domiciliata in Acri.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1822, atto di matrimonio n. 4)
[Cappello, Ferrari, Sorrentini, Turano, 1822]

Notificazioni, seconda volta: 6 Febbraio 1825 - Giuseppe DRAMIS, 20, civile, domiciliato in San Giorgio, figlio di Giovanni DRAMIS, colono, e di Angela CERTIGÒ, domiciliati in San Giorgio, e D.a Maria Teresa DESIMONE, 19, figlia del f¨ D. Gregorio DESIMONE, speziale [farmacista], e della f¨ Maria Giuseppe ARCI, domiciliati in Rossano.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1825, atto di notificazione n. 1)
[Arci, Certig˛, Desimone, Dramis, 1825]

Notificazioni, seconda volta: 6 Febbraio 1825 - Angelo DRAMIS, 21, civile, domiciliato in San Giorgio, figlio del f¨ Andrea Antonio DRAMIS, notaro, e di Elena SCURA, domiciliati in San Giorgio, e D.a Carolina DESIMONE, 21, figlia del f¨ D. Gregorio DESIMONE, speziale [farmacista], e della f¨ Maria Giuseppe ARCI, domiciliati in Rossano.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1825, atto di notificazione n. 2)
[Arci, Desimone, Dramis, Scura, 1825]

22 Dicembre 1827 - Michele FERRARO, 34, bracciale, nato in Acri, e domiciliato in Vaccarizzo, figlio del f¨ Vincenzo FERRARO, bracciale, domiciliato in Vaccarizzo, e della f¨ Marianna CAPPELLO, domiciliata in Vaccarizzo, con Elena MINISCI, 24, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Giovanni MINISCI, bracciale, e della f¨ Vittoria SEREMBE, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1827, atto di matrimonio n. 7)
[Cappello, Ferrari, Minisci, Serembe, 1827]

27 Gennaio 1828 - Pasquale DEL VECCHIO, 31, colono, nato e domiciliato in Acri, figlio di Annunciato DEL VECCHIO, colono, e della f¨ Rosa GOLIA, domiciliati in Acri, con Adriana BALDI, 20, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Giovanni Andrea BALDI, colono, e di Macrina CANADÈ, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1828, atto di matrimonio n. 1)
[Baldi, CanadŔ, Del Vecchio, Golia, 1828]

29 Giugno 1828 - Michele BRINDISI, 23, bracciale, nato e domiciliato in Acri, figlio di Francesco BRINDISI, bracciale, e di Teresa PANE, domiciliati in Acri, con Maria GOLIA, 21, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Luigi GOLIA, colono, e di Isabella SCURA, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1828, atto di matrimonio n. 1)
[Brindisi, Golia, Pane, Scura, 1828]

30 Ottobre 1828 - Bonvaventura Saverio Gregorio CATALANO, 37, vetturale, nato in Feroce [Feruci], domiciliato in San Giorgio, figlio del f¨ Filippo CATALANO e di Maria Rosa LEONETTI domiciliati in San Giorgio, con Teresa DRAMIS, 24, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Giorgio DRAMIS, colono, e di Innocenza CANADÈ.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1828, atto di matrimonio n. 6)
[CanadŔ, Catalano, Dramis, Leonetti, 1828]

31 Gennaio 1831 - Giuseppe Maria DE LUCA, 37, bracciale, nato e domiciliato in Acri, figlio del f¨ Domenico DE LUCA e della f¨ Anna SPOSATO, domiciliati in Acri, con Marianna CHINIGÒ, 24, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Giorgio CHINIGÒ, bovaro, e della f¨ Sofia ARGONDIZZA, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1831, atto di matrimonio n. 3)
[Argondizza, Chinig˛, De Luca, Sposato, 1831]

2 Ottobre 1831 - Annunziato LONGOBUCCO, 23, bracciale, nato e domiciliato in Acri, figlio del f¨ Michele LONGOBUCCO e della f¨ Giorgia CANDIANO, domiciliati in Acri, con Maria ASCENTE, 23, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Martino ASCENTE, colono, e di Teresa BAFFA, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1831, atto di matrimonio n. 5)
[Ascente, Baffa, Candiano, Longobucco, 1831]

Notificazioni, seconda volta: 19 Novembre 1831 - Giuseppe ORANGES, 20, bracciale, domiciliato in Cervicati, figlio del f¨ Gaetano ORANGES, bracciale, e della f¨ Domenica DE SIMONE, domiciliati in Cervicati, e Marianna TOCCI, figlia di Francesco Saverio TOCCI, bovaro, e della f¨ Anna DRAMIS, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1831, atto di notificazione n. 7)
[De Simone, Dramis, Oranges, Tocci, 1831]

9 Aprile 1833 - Vincenzo FERACO, 49, bracciale, nato in Acri e domiciliato in San Giorgio, figlio del f¨ Antonio FERACO, bracciale e di Maria CURTO, domiciliati in Acri, con Maria MINISCI, 61, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Dionisio MINISCI, bracciale, e della f¨ Serafina POLITANO, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1833, atto di matrimonio n. 1)
[Curto, Feraco, Minisci, Politano, 1833]

23 Novembre 1833 - Nicola SCAVELLO, 22, bracciale, nato e domiciliato in Acri, figlio di Antonio SCAVELLO, bracciale e di Francesca CAROLEI, domiciliati in Acri, con Rosa MINISCI, 23, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Gennaro MINISCI, bracciale, e di Nicoletta VINACCI, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1833, atto di matrimonio n. 6)
[Carolei, Minisci, Scavello, Vinacci, 1833]

2 Febbraio 1834 - Ignazio LEPERA, 24, bracciale, nato e domiciliato in Acri, figlio di Fabrizio LEPERA, bracciale e di Domenica GROCCIA, domiciliati in Acri, con Domenica CHINIGÒ, 23, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Giuseppe CHINIGÒ, coltivatore, e di Anna DRAMIS, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1834, atto di matrimonio n. 1)
[Chinig˛, Dramis, Groccia, Lepera, 1834]

7 Febbraio 1834 - Saverio CATALANO, 43, forese, nato in Feroce [Feruci], domiciliato in San Giorgio, figlio del f¨ Filippo CATALANO e di Maria Rosa LEONETTI domiciliati in Corigliano, con Rosa BALDI, 39, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Angelo BALDI, bracciale, e della f¨ Teresa MINISCI.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1834, atto di matrimonio n. 2)
[Baldi, Catalano, Leonetti, Minisci, 1834]

2 Marzo 1834 - Francesco MANFREDI, 20, bovaro, nato e domiciliato in Acri, figlio di Michele MANFREDI e di Teresa SPOSATO domiciliati in Acri, con Serafina VANCIERI [VANGIERI], 22, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia di Salvatore VANCIERI, proprietario, e di Violanda PISARRA.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1834, atto di matrimonio n. 3)
[Manfredi, Pisarro, Sposato, Vancieri/Vangieri, 1834]

24 Agosto 1834 - Vincenzo SCAVELLO, 24, bracciale, nato e domiciliato in Acri, figlio di Antonio SCAVELLO, bracciale e di Francesca CAROLEI, domiciliati in Acri, con Maria Antonia DRAMIS, 16, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia di Angelo DRAMIS, bracciale, e di Florina SCURA, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1834, atto di matrimonio n. 8)
[Carolei, Dramis, Scavello, Scura, 1834]

9 Aprile 1837 - Eleodoro/Teodoro SPIRITO, 23, bracciale, nato in Motta Santa Lucia, e domiciliato in Malito, con Marianna MINISCI, 18, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Andrea MINISCI, coltivatore, e di Rosa BAFFA, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1837, atto di matrimonio n. 2)
[Baffa, Minisci, Spirito, 1837]

27 Maggio 1838 - Vincenzo SCAGLIONE, 31, pastore, nato e domiciliato in Acri, figlio di Antonio SCAGLIONE, bracciale e di Mariangela FERRARO, domiciliati in Acri, con Flaminia BALDI, 22, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Pietro BALDI, molinaro, e di Teresa MENDICINI, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1838, atto di matrimonio n. 2)
[Baldi, Ferraro, Mendicini, Scaglione, 1838]

13 Giugno 1838 - Francesco FERRARO, 43, bracciale, nato e domiciliato in Acri, figlio del f¨ Angelo FERRARO, bracciale e della f¨ Nicolaa (sic) FERACO, domiciliati in Acri, con Mariangela CANADÈ, 25, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia di Giorgio CANADÈ, colono, e di Vittoria DRAMIS, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1838, atto di matrimonio n. 3)
[CanadŔ, Dramis, Feraco, Ferraro, 1838]

10 Giugno 1838 - D. Nicola ROSSI, 39, galantuomo, nato e domiciliato in Acri, figlio del f¨ D. Luca ROSSI, proprietario e della f¨ D. Rosa DE ROSA, domiciliati in Acri, con D. Mariangela MASCI, 25, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia di D. Michele MASCI, medico, e della f¨ D. Teresa CASTELLANO, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1838, atto di matrimonio n. 4)
[Castellano, De Rosa, Masci, Rossi, 1838]

30 Settembre 1838 - Pasquale VECCHIO, 34, bracciale, nato nel Rione di Roveto [Rovito] e domiciliato in San Giorgio, figlio del f¨ Gaetano VECCHIO, bracciale, e della f¨ Anna BASILE, domiciliati in Zumpano, con Maria CHINIGÒ, 25, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia di Cesare CHINIGÒ, bracciale, e di Carmina PISARRA, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1838, atto di matrimonio n. 6)
[Basile, Chinig˛, Pisarro, Vecchio, 1838]

31 Ottobre 1838 - Giorgio CHINIGÒ, 29, bracciale, nato e domiciliato in San Giorgio, figlio del f¨ Giacomo Antonio CHINIGÒ, barbiere, e della f¨ Rosa SCURA, domiciliati in Zumpano, con Francesca VARCARO, 31, nata in Corigliano, domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Marco VARCARO, bracciale, domiciliato in Corigliano, e della f¨ Teresa SCURA, domiciliata in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1838, atto di matrimonio n. 7)
[Chinig˛, Scura, Varcaro, 1838]

Notificazioni, seconda volta: 17 Febbraio 1839 - D. Giacomo PAPADÀ, 30, civile, nato e domiciliato in San Giorgio, figlio di Paolo Antonio PAPADÀ, proprietario, e della f¨ Anna CHINIGÒ, domiciliati in San Giorgio, e Agata MALAGRINI, 46, figlia del f¨ Leonardo MALAGRINI, bracciale, e della f¨ Vittoria ASCIONE, domiciliati in Corigliano.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1839, atto di notificazione n. 1)
[Ascione, Chinig˛, Malagrini, PapadÓ, 1839]

Notificazioni, seconda volta: 10 Marzo 1839 - D. Nicola MASCI, 24, civile, nato e domiciliato in San Giorgio, figlio di D. Michele MASCI, medico, e della f¨ D. Teresa CASTELLANO, domiciliati in San Giorgio, e la Signora Chiara RIZZO, 40, figlia di D. Franco RIZZO, medico, e di D. Teresa JOELE, domiciliati in Rossano.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1839, atto di notificazione n. 2)
[Castellano, Ioele, Masci, Rizzo, 1839]

5 Luglio 1840 - Antonio Fedele TURCO [vedovo di Innocenza CISTARO, nata in San Demetrio], 29, bracciale, nato in Acri e domiciliato in San Giorgio, figlio del f¨ Angelo TURCO, bracciale, e della f¨ Concetta DONISI, domiciliati in Acri, con Mariantonia SERRA, 14, nata in Firmo e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Giovanni SERRA, Massaro, domiciliato in Firmo, e di Nicolina LUCIA, domiciliata in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1840, atto di matrimonio n. 3)
[Cistaro, Lucia, Serra, Turco, 1840]

19 Luglio 1840 - Luigi Antonio BRUNO, 28, muratore, nato e domiciliato in San Lucido, figlio del f¨ Francesco BRUNO, sartore, e di Carmela CATALDO, domiciliati in San Lucido, con Maria CANADÈ, 30, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Costantino CANADÈ, colono, e di Adriana SCURA, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1840, atto di matrimonio n. 4)
[Bruno, CanadŔ, Cataldo, Scura, 1840]

16 Agosto 1840 - Francesco ORLANDO, 24, muratore, nato e domiciliato in Domanico, figlio del f¨ Rosario ORLANDO, contadino, e di Fenicia NUCCI, domiciliati in Domanico, con Lucrezia SCURA, 13, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia di Carmine SCURA, bracciale, e di Isabella MINISCI, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1840, atto di matrimonio n. 5)
[Minisci, Nucci, Orlando, Scura, 1840]

22 Febbraio 1841 - Filippo Gennaro CANDIANO, 26, ferraro, nato e domiciliato in Rossano, figlio del f¨ Saverio CANDIANO, muratore, e della f¨ Sigismina PLACCONE, domiciliati in Rossano, con Serafina CHINIGÒ, 19, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia di Domenico CHINIGÒ, sartore, e di Maria Giuseppe FILLO, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1841, atto di matrimonio n. 1)
[Candiano, Chinig˛, Fillo, Placone, 1841]

20 Novembre 1841 - Nicola CATALDO, 26, muratore, nato e domiciliato in San Lucido, figlio del f¨ Luigi CATALDO, sartore, e di Anna Maria MANARINI, domiciliati in San Lucido, con Flaminia BALDI, 27, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Pietro BALDI, molinaro, e di Teresa MENDICINI, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1841, atto di matrimonio n. 8)
[Baldi, Cataldo, Manarini, Mendicini, 1841]

Notificazioni, seconda volta: 16 Gennaio 1842 - D. Giacomo PAPADÀ, civile, nato e domiciliato in San Giorgio, figlio di Paolo Antonio PAPADÀ, proprietario, e della f¨ Anna CHINIGÒ, domiciliati in San Giorgio, e la D.a Agata MALAGRINÒ, 56, figlia del f¨ Leonardo MALAGRINÒ, bracciale, e della f¨ Vittoria MAINERE (?), domiciliati in Corigliano.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1842, atto di notificazione n. 1)
[Chinig˛, Maineri (?), Malacrin˛, PapadÓ, 1842]

12 Febbraio 1843 - Giorgio FRONTERA, 41, bracciale, nato e domiciliato in San Giorgio, figlio del f¨ Serafino FRONTERA, barbiere, e di Lucia SCURA, domiciliati in San Giorgio, con Nunziata Santa INTIERI, 26, nata e domiciliata in Acri, figlia del f¨ Nicola INTIERI, bracciale, e della f¨ Maria IACOVETTI, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1843, atto di matrimonio n. 2)
[Frontera, Iacovetti, Intieri, Scura, 1843]

16 Aprile 1843 - Gaetano Giovanni AJELLO, 24, bracciale, nato in Majone [Maione rione di Altilia] domiciliato in San Giorgio, figlio del f¨ Michele AJELLO, bracciale, e di Caterina ESPOSITO, domiciliati in San Giorgio, con Rosaria CANADÈ, 17, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Martino CANADÈ, pastore, e di Serafina SCURA, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1843, atto di matrimonio n. 3)
[Aiello, CanadŔ, Esposito, Scura, 1843]

21 Aprile 1843 - Luigi GUALTIERI/GALTIERI/GALTERI, 24, bracciale, nato in Figlina [Figline Vegliaturo] domiciliato in Corigliano, figlio del f¨ Pietro GUALTIERI, bracciale, e di Maria CUNNARO/CUNDARO, domiciliati in Corigliano, con Serafina ARGUNDIZZO, 19, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Antonio ARGONDIZZA, pastore, e di Anna CANADÈ, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1843, atto di matrimonio n. 4)
[Argondizza, CanadŔ, Cunnaro, Gualtieri, 1843]

21 Agosto 1843 - Francesco ROCCO, 19, ferraro, nato e domiciliato in Acri, figlio di Marco ROCCO, ferraro, e di Congetta DODARO, domiciliati in Acri, con Nicolletta [Nicoletta] CHINIGÒ, 19, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia di Arcangelo CHINIGÒ, colono, e di Vittoria DRAMIS, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1843, atto di matrimonio n. 10)
[Chinig˛, Dodaro [Todaro], Dramis, Rocco, 1843]

10 Settembre 1843 - Giuseppe Antonio DRAMIS, 27, bracciale, nato e domiciliato in San Giorgio, figlio del f¨ Aloisio DRAMIS, bracciale, e della f¨ Rosa CANADÈ, domiciliati in San Giorgio, con Maria Giuseppe SORRENTINO, 17, nata in Acri, domiciliata in San Giorgio, figlia di Michele SORRENTINO, bracciale, e di Maria Francesca DE LUCA, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1843, atto di matrimonio n. 13)
[CanadŔ, De Luca, Dramis, Sorrentino, 1843]

26 Novembre 1843 - Michele FIORITO, 35, bracciale, nato e domiciliato in Celico, figlio di Nicola FIORITO, bracciale, e di Rosa DE MARCO, domiciliati in Celico, con Lucrezia CATALANO, 14, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia di Saverio CATALANO, bracciale, e della f¨ Teresa DRAMIS, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1843, atto di matrimonio n. 20)
[Catalano, De Marco, Dramis, Fiorito, 1843]

17 Agosto 1845 - Emanuele CATALDO, 24, muratore, nato e domiciliato in San Lucido, figlio del f¨ Luigi CATALDO, sarto, e di Anna Maria MANARINI, domiciliati in San Lucido, con Domenica BALDI, 27, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Pietro BALDI, molinaro, e di Teresa MENDICINI, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1845, atto di matrimonio n. 2)
[Baldi, Cataldo, Manarini, Mendicini, 1845]

14 Dicembre 1845 - Natale Domenico LO GIUDICE, 25, muratore, nato e domiciliato in Acri, figlio di Raffaele LO GIUDICE, muratore, e della f¨ Anna PONTIERI, domiciliati in Acri, con Maria Rosaria MINISCI, 21, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia di Annunciato MINISCI, bracciale, e di Adriana CHINIGÒ, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1845, atto di matrimonio n. 9)
[Chinig˛, LoGiudice, Minisci, Pontieri, 1845]

18 Febbraio 1846 - Pasquale Antonio DE CICCO, 22, bracciale, nato e domiciliato in Piane [Piane Crati], figlio di Luigi DE CICCO, bracciale, domiciliato in San Giorgio, e di Chiara PUPAZZO, domiciliata in Piane, con Maria Rosa DEL VECCHIO, 17, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia di Pasquale DEL VECCHIO, colono, e di Adriana BALDI, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1846, atto di matrimonio n. 2)
[Baldi, De Cicco, Del Vecchio, Pupazzo, 1846]

21 Agosto 1847 - Luigi Antonio BRUNO [vedovo di Maria CANADÈ], 35, muratore, nato in San Lucido, domiciliato in San Giorgio, figlio del f¨ Francesco BRUNO, sartore, e della f¨ Carmela CATALDO, domiciliati in San Lucido, con Mariangiola PAPADÀ, 37, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia di Paolo Antonio PAPADÀ, proprietario, e della f¨ Anna CHINIGÒ, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1847, atto di matrimonio n. 5)
[Bruno, Cataldo, Chinig˛, PapadÓ, 1847]

20 Novembre 1847 - Vincenzo BARCI, 33, pastore, nato e domiciliato in San Giorgio, figlio del f¨ Antonio BARCI, calzolaio, e di Serafina CHINIGÒ, domiciliati in San Giorgio, con Elisabetta MAJOLINO, 47, nata in Papasidero, domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Fedele MAJOLINO, medico, domiciliato in Santa Sofia, e della f¨ Porzia CIRILLO, domiciliata in San Lorenzo [del Vallo?].
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1847, atto di matrimonio n. 14)
[Barci, Chinig˛, Cirillo, Maiolino, 1847]

7 Novembre 1847 - Francesco LA VALLE, 25, vetturino, nato in Rende, domiciliato in San Giorgio, figlio di Gaetano LA VALLE, bracciale, domiciliato in Acri, e della f¨ Angela CHIAPPETTA, domiciliata in Rende, con Maria Rosa ARGONDIZZA, 21, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia di Eleonora ARGONDIZZA, domiciliata in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1847, atto di matrimonio n. 16)
[Argondizza, Chiappetta, La Valle, 1847]

17 Dicembre 1847 - Giuseppe Michele CATALANO, 43, bracciale, nato in Lappano, domiciliato in San Giorgio, figlio del f¨ Antonio CATALANO, bracciale, e della f¨ Teresa CORBO, domiciliati in Lappano, con Anna CANDREVA, 57, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Francesco CANDREVA, bracciale, e della f¨ Maria SCURA, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1847, atto di matrimonio n. 20)
[Catalano, Candreva, Corbo, Scura, 1847]

19 Dicembre 1847 - Nunziato CATALANO, 22, bracciale, nato in Lappano, domiciliato in San Giorgio, figlio di Giuseppe [Michele] CATALANO, bracciale, domiciliato in San Giorgio, e della f¨ Domenica BAFARO, domiciliata in Lappano, con Marianna SCURA, 17, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia di Muzio SCURA, colono, e di Serafina SCURA, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1847, atto di matrimonio n. 19)
[Bafaro, Catalano, Scura, 1847]

8 Giugno 1848 - Gaetano PETRONE [vedovo di Rosa DOMMA di Acri, giÓ domiciliati in San Cosmo], 48, tavernaio, nato in Acri, domiciliato in San Giorgio, figlio del f¨ Francesco PETRONE, bracciale, e della f¨ Caterina SCARAMUZZO, domiciliati in San Giorgio, con Lucia CANADÈ, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Fedele CANADÈ, bracciale, e della f¨ Angela CHINIGÒ, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1848, atto di matrimonio n. 2)
[CanadŔ, Chinig˛, Petrone, Scaramuzzo, 1848]

29 Ottobre 1848 - Domenico Natale DE LUCA [Il padre Giuseppe spos˛ in seconde nozze Marianna CHINIGÒ di San Giorgio nel 1831], 24, bracciale, nato in Acri, domiciliato in San Giorgio, figlio di Giuseppe DE LUCA, bracciale, domiciliato in San Giorgio, e della f¨ Anna SCARPINITO, domiciliata in Acri, con Maria ARGONDIZZA, 28, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Angelo ARGONDIZZA, bracciale, e della f¨ Angela BAFFA, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1848, atto di matrimonio n. 7)
[Argondizza, Baffa, De Luca, Scarpinito, 1848]

29 Ottobre 1848 - Domenico Natale DE LUCA [Il padre Giuseppe spos˛ in seconde nozze Marianna CHINIGÒ di San Giorgio nel 1831], 24, bracciale, nato in Acri, domiciliato in San Giorgio, figlio di Giuseppe DE LUCA, bracciale, domiciliato in San Giorgio, e della f¨ Anna SCARPINITO, domiciliata in Acri, con Maria ARGONDIZZA, 28, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Angelo ARGONDIZZA, bracciale, e della f¨ Angela BAFFA, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1848, atto di matrimonio n. 7)
[Argondizza, Baffa, De Luca, Scarpinito, 1848]

12 Novembre 1848 - Salvatore ARNONE, 29, bracciale, nato in Celico, domiciliato in Lappano, figlio del f¨ Pasquale ARNONE, bracciale, domiciliato in Celico, e di Gaetana MERENDA, domiciliata in Lappano, con Teresa COSCHIGNANO, 23, nata in Acri, domiciliata in San Giorgio, figlia di Giuseppe COSCHIGNANO, contadino, e di Maria RITACCO, [oriundi di Acri] domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1848, atto di matrimonio n. 7)
[Arnone, Coschignano, Merenda, Ritacco, 1848]

18 Febbraio 1849 - Pasquale FALCONE, 22, bracciale, nato in Zumpano, domiciliato in San Giorgio, figlio del f¨ Giuseppe FALCONE, bracciale, e di Carmina PASSARELLI, domiciliati in San Giorgio, con Rossana DRAMIS, 21, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia di Andrea Antonio DRAMIS, contadino, domiciliato altrove, e di Domenica BAFFA, domiciliata in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1849, atto di matrimonio n. 1)
[Baffa, Dramis, Falcone, Passarelli, 1849]

29 Aprile 1849 - Pasquale Raffaele VUONO, 30, bracciale, nato in Acri, domiciliato in San Giorgio, figlio del f¨ Tomaso VUONO, bracciale, e di Domenica CAPALBO, domiciliati in San Giorgio, con Brigida GOLIA, 18, nata in San Cosmo, domiciliata in San Giorgio, figlia di Giovanni GOLIA, molinaro, e di Domenica FILLA, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1849, atto di matrimonio n. 3)
[Capalbo, Filla, Golia, Vuono, 1849]

21 Ottobre 1849 - Francesco LO FEUDO, 23, falegnamee, nato e domiciliato in San Lucido, figlio del f¨ Vincenzo LO FEUDO, falegname, e di Rosa CRIBARO, domiciliati in San Lucido, con Veronica TOCCI, 29, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia di Giorgio TOCCI, pastore, e di Innocenza ARGONDIZZA, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1849, atto di matrimonio n. 10)
[Argondizza, Cribaro, Lo Feudo, Tocci, 1849]

11 Febbraio 1850 - Antonio LAVALLE, 22, merciajuolo, nato in Rende, domiciliato in San Giorgio, figlio di Gaetano LAVALLE, bracciale, domiciliato in San Giorgio, e della f¨ Angela CHIAPPETTA, domiciliata in Rende, con Elena BALDI [vedova di Francesco CANADÈ], 28, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia di Francesco BALDI, pastore, e della f¨ Francesca CHINIGÒ, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1850, atto di matrimonio n. 4)
[Baldi, Chiappetta, Chinig˛, Lavalle, 1850]

25 Agosto 1850 - Francesco Saverio TODARELLO, 21, contadino, nato e domiciliato in Corigliano, figlio di Gaetano TODARELLO, contadino, e della f¨ Rosa PRIVATO, domiciliati in Corigliano, con Antonina CHINIGÒ, 28, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia di Domenico CHINIGÒ, sarto, e di Maria Giuseppa TUCCI, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1850, atto di matrimonio n. 5)
[Chinig˛, Privato, Todarello, Tucci, 1850]

17 Novembre 1850 - Giuseppe DE BERNARDO, 46, bovaro, nato in Acri, domiciliato in San Giorgio, figlio del f¨ Carlo Felice DE BERNARDO, bracciale, e della f¨ Rosa PERRI, domiciliati in Acri, con Marta Mariangela FERACO, 25, nata in Acri, domiciliata in San Giorgio, figlia di Angelo FERACO, bracciale, e di Maria PERROTTA, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1850, atto di matrimonio n. 6)
[De Bernardo, Feraco, Perri, Perrotta, 1850]

15 Dicembre 1850 - Antonio VUONO, 40, bracciale, nato in Acri, domiciliato in San Giorgio, figlio del f¨ Tomaso VUONO, bracciale, e di Domenica CAPALBO, domiciliati in San Giorgio, con Mariangela BALDI, 21, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Costantino BALDI, bracciale, e di Adriana SCURA, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1850, atto di matrimonio n. 7)
[Baldi, Capalbo, Scura, Vuono, 1850]

22 Giugno 1851 - Francesco MALVASI, 24, bracciale, nato in Acri, domiciliato in San Giorgio, figlio di Antonio MALVASI, bracciale, e di Anna DE CARO, domiciliati in San Giorgio, con Maria LOMBARDO, 19, nata in Luzzi, domiciliata in San Giorgio, figlia di Antonio LOMBARDO, bracciale, e di Serafina CILIBERTO, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1851, atto di matrimonio n. 3)
[Ciliberto, De Caro, Lombardo, Malvasi, 1851]

4 Luglio 1851 - Antonio ABBRUZZESE, 24, contadino, nato e domiciliato in Acri, figlio di Domenico ABBRUZZESE, contadino, e di Angela BRINDISI, domiciliati in Acri, con Maria Antonia COFONE, 26, nata in Acri, domiciliata in San Giorgio, figlia di Angelo COFONE, contadino, e di Maria Teresa CHIMENTO, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1851, atto di matrimonio n. 7)
[Abbruzzese, Brindisi, Chimento, Cofone, 1851]

14 Settembre 1851 - Giuseppe COFONE, 29, bracciale, nato in Acri, domiciliato in San Giorgio, figlio di Angelo COFONE, contadino, e di Maria Teresa CHIMENTO, domiciliati in San Giorgio, con Antonina MINISCI, 46, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia di Arcangelo MINISCI, perito di campagna, e della f¨ Maria CANADÈ, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1851, atto di matrimonio n. 9)
[CanadŔ, Chimento, Cofone, Minisci, 1851]

28 Settembre 1851 - Don Vincenzo Maria Egidio CHIAPPETTA, 37, proprietario, nato e domiciliato in Corigliano, figlio del f¨ Don Francesco CHIAPPETTA, proprietario, e di Donn'Agata MIGLIANI, domiciliati in Corigliano, con Donna Maria Antonia CHINIGÒ, 27, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Domenico CHINIGÒ, colono, e di Teresa BAFFA, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1851, atto di matrimonio n. 10)
[Baffa, Chiappetta, Chinig˛, Migliani, 1851]

22 Febbraio 1852 - Pietro GUIDO, 28, vetturino, nato in Marano Principato, domiciliato in Corigliano, figlio di Giovanni GUIDO, contadino, e di Carmina GIORNI, domiciliati in Acri, con Domenica SCURA [vedova di Ferdinando BUSCIA], 42, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Gennaro SCURA, bracciale, e di Maria BALDI, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1852, atto di matrimonio n. 1)
[Baldi, Giorni, Guido, Scura, 1852]

6 Giugno 1852 - Don Bartolo Antonio CORRADO, 23, proprietario, nato e domiciliato in Luzzi, figlio di D. Domenico CORRADO, Dottor Fisico, e di D. Annunziata PANCARO [oriunda di Acri], domiciliati in Luzzi, con D. Lucrezia DRAMIS, 27, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia del f¨ Rosario DRAMIS, civile, e di Marianna DRAMIS, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1852, atto di matrimonio n. 3)
[Corrado, Dramis, Pancaro, 1852]

29 Agosto 1852 - Nicola Lupo PIRILLO, 26, bracciale, nato e domiciliato in Rovito, figlio di Pasquale PIRILLO, bracciale, e della f¨ Teresa GALIZIA, domiciliati in Rovito, con Anna BAFFA, 36, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia di Martino BAFFA, colono, e di Teresa SCURA, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1852, atto di matrimonio n. 5)
[Baffa, Galizia, Pirillo, Scura, 1852]

21 Ottobre 1852 - Giuseppe COSENZA, 32, bracciale, nato e domiciliato in Luzzi, figlio del f¨ Bernardo COSENZA, bracciale, e della f¨ Serafina LIRANGI, domiciliati in Luzzi, con Caterina COSCHIGNANO, 24, nata in Acri, domiciliata in San Giorgio, figlia di Giuseppe COSCHIGNANO, bracciale, e di Maria RITACCO, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1852, atto di matrimonio n. 7)
[Coschignano, Cosenza, Lirangi, Ritacco, 1852]

29 Ottobre 1852 - Francesco ORLANDO [vedovo di Lucrezia SCURA], 36, muratore, nato in Domanico, domiciliato in San Giorgio, figlio del f¨ Rosario ORLANDO, contadino, e della f¨ Felicia NUCCI, domiciliati in Domanico, con Vittoria PRETE, 31, nata e domiciliata in San Giorgio, figlia di Gennaro PRETE, colono, e della f¨ Innocenza ZANFINI, domiciliati in San Giorgio.
(San Giorgio Albanese, Ufficio di Stato Civile, anno 1852, atto di matrimonio n. 8)
[Nucci, Orlando, Prete, Zanfini, 1852]

Matrimonios con italianos/Marriages with Italians: 65 (16,4 por ciento)
Total matrimonios 1809-1852: 397 (Incluye los expedientes de casamientos con italianos de otros pueblos, aquÝ denominados "notificazioni"/It includes marriages to Italians mentioned in the banns or "notificazioni")
Para ver matrimonios con albaneses de otros pueblos, vaya a / To See marriages with ArbŰresh from other villages, go to Los ArbŰresh en Italia.

Uffici di Stato Civile italiani
Sumarios de actas de defunciˇn de italianos registradas en diversas comunidades Ýtalo-albanesas
Abstracts of deaths of Italians registered in certificates of various Italian-Albanian communities
1875-1910

Messina (Sicilia): LAITANO Rosolina, fu Raffaele, e figlia della fu PUGLIESE Elisabetta, di anni 39, nativa di Castrovillari / Cosenza / e domiciliata a Frascineto / Cosenza / di professione filatrice, stata condannata il 26 Luglio 1873 dalla Corte straordinaria di assisi di Castrovillari alla pena della reclusione per anni sette per [...], entrata nella casa il 26 Febbraro 1880, ed ammessa all'infermeria il 28 Dicembre 1881 Ŕ morta alle ore 11.50 p.m. del giorno 28 Luglio 1882 in seguito all'ascite, e munita dei santissimi sacramenti, nella infermeria della casa di pena di Messina.
(Messina, Ufficio di Stato Civile, anno 1882, atto di morte n. senza, copia nel registro dei defunti di Frascineto, anno 1875, Parte II, atto di morte n. 2)
[Laitano, Pugliese, 1882]

Castrovillari (Provincia di Cosenza) "Il tribunale Civile di Castrovillari composto dei Signori cavalieri Domenicantonio CERAVOLO Presidente, DE LIZZA Filippo, MANNACIO Tommaso Giudice, visto gli atti e la requisitoria del pubblico ministero - Atteso ch si rileva dai prodotti Documenti, e sopratutto dalla sentenza della Corte straordinaria di Assise di questa CittÓ del quindici Ottobre milleottocentosettanta [1870] che Rocco GUMA fu Fedele da Morano Calabro fosse stato ucciso a colpi di spari / mani (?) in territorio di Frascineto, nella notte del tre al quattro Ottobre 1868 da [3 persone], i quali occultarono il cadavere in un fosso = AttesachŔ la morte di quell'infelice non occorre segnata nei registri dello stato civile per essersi rinvenuto il di lui scheletro dopo molti mesi. Di qui la necessitÓ di provvedere a siffatta ommissione, col disporre anche di ufficio che si riceva l'atto di morte in data corrente, trattandosi di cosa nell'interesse del pubblico servizio, e di persona povera secondo emerge dall'istrumento = "
(Castrovillari, sentenza di rettifica di atto di morte, con data del giorno 15 ottobre 1870 / 16 luglio 1885; copia nel registro di morte dell'Ufficio di Stato Civile di Frascineto, anno 1885, Parte II, atto di morte n. 1)
[Guma, altri, 1885]

Cassano al Jonio (Provincia di Cosenza): ARMENTANO Angela Maria, vedova di SPADA [SPATA] Francesco, di anni 45, domestica, residente in Porcile, nata in Mormanno, [figlia di...] e da PETTA Mariantonia, domiciliata in Mormanno. Morý li 4 aprile 1892 nella casa posta in via Indipendenza in Cassano.
Testimoni: SELVAGGI Agostino di Domenico, di anni 26, falegname, domiciliato in Cassano al Jonio, e BELLA Antonio fu Antonio di anni 36, calzolaio, domiciliato in Cassano al Jonio.
(Cassano al Jonio, Ufficio di Stato Civile, anno 1892, atto di morte n. 56; copia nel registro dei defunti di Frascineto, anno 1892, Parte II, atto di morte n. 1)
[Armentano, Bella, Petta, Selvaggi, Spata, 1892]

Padova, (Provincia di Padova): SEMINARA Luigi, di anni 37, bracciale, nato in Cassano Jonio, domiciliato in Frascineto, figlio di Vincenzo e di CERSOA (?) Filomena, marito di RICCIO Teresa. Morý il 21 Agosto 1903 nella locale casa di pena [di Padova].
(Padova, Ufficio di Stato Civile, anno 1903, atto di morte n. 665; copia nel registro dei defunti di Frascineto, anno 1903, Parte II, atto di morte n. 3)
[Seminara, Riccio, 1903]

© 2003-2004 Alicia Bodily
Todos los derechos reservados